COSA È LA TIROIDE E A COSA SERVE?

Formidabile questa tiroide

Presiede al buon funzionamento di quasi tutti gli organi del nostro corpo, regolando in particolare i processi del metabolismo e della crescita e collaborando al corretto sviluppo del sistema nervoso centrale. Agisce attraverso la produzione di due ormoni: la tiroxina, anche conosciuta come T4, e la triiodotironina, indicata come T3 (a loro volta regolati da un ormone secreto dall’ipofisi, il TSH, cioè Thyroid Stimulating Hormone). Stiamo parlando della tiroide, ghiandola endocrina davvero formidabile per la salute e il benessere del nostro organismo. Si trova al di sotto della laringe e anteriormente alla trachea.


E pensare che è piccola, piccola… così

La tiroide ha una curiosa forma che ricorda una farfalla in cui i due lobi corrispondono alle ali, unite da un corpo centrale detto istmo. È piccola: le dimensioni normali di ciascun lobo sono 4-7 cm di lunghezza, 1-3 cm di larghezza , per uno spessore di 1-2 cm, mentre l’istmo è inferiore ai 5 mm. È anche leggera, nell’adulto raggiunge il peso di circa 20 g. Il suo peso varia in base all’età, al peso corporeo, al sesso, al tipo di alimentazione ed è influenzato persino da fattori ambientali.
Le dimensioni subiscono cambiamenti in diverse fasi della vita: pubertà, gravidanza, allattamento, menopausa e invecchiamento. Di solito le dimensioni sono maggiori negli uomini.


Come funziona

Gli ormoni prodotti e sintetizzati dalla tiroide sono immagazzinati all’interno della ghiandola in strutture chiamate follicoli tiroidei da dove sono rilasciati nel sangue che li veicola in ogni parte dell’organismo e li mette a disposizione in base alle diverse esigenze. Il meccanismo è tale per cui se la quantità di ormoni in giro per il sangue è sufficiente, la tiroide ne blocca la produzione, ricominciando poi quando il livello si abbassa.


Autoregolazione

In pratica il sistema si autoregola al fine di raggiungere valori di T3 e T4 in risposta alle necessità dell’organismo.


Iodio

Lo Iodio è l’elemento fondamentale per la produzione degli ormoni tiroidei. La fonte principale di iodio in natura è rappresentato dagli alimenti e dalle acque, che lo contengono in funzione delle concentrazioni del suolo. Lo iodio viene assorbito nell’intestino e riversato nel circolo ematico, per poi raggiungere la tiroide, unico organo in grado di immagazzinare lo iodio.

Per altre informazioni è possibile visitare il sito del Ministero della Salute